mercoledì 17 settembre 2008

JB: "Tits... or Destiny?" Lu: "BOTH!"

spiegherò il titolo, lo prometto. ;P


Di solito la gente, appena ne ha occasione, tende a parlare di sè in modo da risultare interessante al proprio interlocutore. "Vantarsi", si chiama, a volte. Tendiamo a dire "e anche io so fare questo, so fare questo, ma nessuno è più bravo di me nel fare questo qui!".
Evidenziamo ognuno le proprie capacità migliori per risultare "bravi" agli occhi di chi ci ascolta.


Ma io sono AlternativaDelCaz.
Quindi evidenzierò, stasera, le abitudini peggiori che ho.
...giusto per pareggiare i conti con tutte le volte che mi sono fatta notare,
Vantandomi.*

- Per cominciare io mangio dal coltello. Che significa che quando taglio qualsiasi cosa di solito la mangio direttamente dal coltello. Mia nonna una volta mi disse che non si deve mettere il coltello in bocca, perchè è contro il galateo e poi è pericoloso. "Chissene frega" le ho risposto a mente mia. Tanto ormai è abitudine...
- Mi giro i capelli attorno al dito, quando sono nervosa o agitata o ho troppe cose a cui pensare e non so da dove iniziare a pensarle. Dicono che sia una cosa carina, ma io me ne accorgo solo quando mi fanno notare che mi sto arricciando i capelli (tanto sono talmente lisci che durano 5 secondi da ricci).
- Quando sono preoccupata per qualcosa che penso che andrà male, o semplicemente troppo agitata, mi viene la zeppola. Presente Muccino Junior? Ecco, simile. Provate a farmi dire "sassolini sassofonisti a sassari" quando sono nevrotica e scoprirete.
- Se un libro non ha un buon odore, non lo compro. E fin qui niente di gravissimo, se non fosse che ormai, a forza di comprare libri, ho le liste nere delle case editrici che non hanno un buon odore. Che razzista, eh?
- Chi mi toglie il saluto per me non esiste più. Legge di sopravvivenza. Non mi struggerò per te, se hai deciso di non salutarmi più. E ovviamente se non saluti non meriti di essere salutato a tua volta. La colpa di questa pessima abitudine è sicuramente la Calabria che ho nel cuore (una metà di me è di là), dove se non saluti sei una carogna.

è arrivato il momento di spiegare bene il titolo (che poi è una citazione coltissima *ç*)... perciò concludo con altre ultime due mie pessime abitudini...

- Mi piacciono le belle donne, le ragazze carine, le ragazze interessanti (che si dice quando una è originale, ovvero non carina, ma ha quel non so che che attira...). Ogni donna è bellissima, ma quelle che mi attirano lo sono molto di più... (Soggettività come se piovesse, quando si parla di donne.)
- Mio padre in una certa situazione importante mi parlò della teoria dello "shock addizionale", per cui delle volte devono accadere dei fatti che ci cambiano, che cambiano la nostra storia, la nostra vita e il modo di vederlo. Credo nel destino, nella necessità che qualcosa debba cambiare, per andare avanti. E purtroppo spesso mi capita anche di usarlo come scusa per le cose. (Mai visto "Sliding Doors"? Ecco, mia madre mi chiama sempre "Sliding Doors" quando faccio così ^^)

quindi. ecco spiegato l'arcano. quando Jack Black mi chiederà di scegliere fra "Tits or Destiny" io sceglierò entrambe le cose. Esaminiamo questa scelta. Si può vivere senza Tette? si, ma che senso ha vivere, senza Tette nella tua vita? Si può vivere senza Destino? si, ma se c'è e ci credi, perchè evitarlo? Tanto finiresti per ricaderci, quindi tanto vale non provare a fargli pensare che non credi più in lui, no? (discorsi contorti a go-go stasera, proprio...)

Benissimo. Ora si che mi sento realizzata.
Buona Serata a tutta la Regione, a tutta la Nazione, a chi mi leggerà e a chi no.
Lu.

P.S.
Durante la realizzazione di questo post non è stata maltrattata nessuna Tetta e non è stata infranta nessuna legge del Destino.
Si ringraziano: la doccia, lo shampoo e il bagnoschiuma per avermi fatto pensare a questo post; i Tenacious D per aver contribuito a trovare un titolo, e addirittura a farmici partire per scrivere questo post!

*{Ho deciso, durante la stesura del Post, che limiterò le mie pessime abitudini a un numero di 5, per non sembrare troppo "pessima" alla fine del post...}

3 commenti:

  1. non mi sembrano abitudini così pessime...ma quindi chi non ha le tette conduce una vita senza senso? secondo me la loro esistenza basta a giustificare un sacco di vite.per quanto riguarda il destino,ci credo solo quando si dimostra ineluttabile.nel quotidiano,credo nella volontà,e nel mondo come sua rappresentazione. (grazie Schopy!)
    e comunque sempre viva le Tette.

    RispondiElimina
  2. .. io guardo altro.. (il culo)

    Comunque sono d'accordissimo con te sul saluto. Non costa niente, e se sorridi pure dai allegria anche a chi saluti... e cosa ti costa??!

    Basta poco, che ce vò....

    RispondiElimina
  3. ...
    Credo ci siano difetti peggiori...
    ma vabè...ad esempio io sono un egoista del cavolo...almeno a volte...insomma...non pensate male di meeeeee!

    Ah...sono super daccordissimo con Jackierobinson! Una vita senza tette è insensata...sono abbastanza grande per dirlo!^^

    RispondiElimina