giovedì 19 marzo 2009

Mostre, Vinili, Persone.

Stampe dai colori Tenui.
Sempre gli stessi quattro o cinque colori, ma accostati in modi a volte sorprendenti.
Sembrava di poterne sentire l'odore, dei fiori di pesco, della neve; e di sentire il rumore del fiume che scorre sotto il Ponte della Scimmia.

Anche se, una volta svelato il trucco, la Magia ha meno valore, è sempre un bel Prestigio. è sempre affascinante. perchè è stato Affascinante, Coinvolgente. e quindi, strano.

sto parlando della Mostra che mi sono trovata a vedere giusto oggi pomeriggio.
una Mostra sulle opere del Maestro Hiroshige, al Museo Fondazione di Roma.

CONSIGLI:
° una compagnia ironica, sussurrante, calda, possibilmente poco conosciuta.
° riscaldamento muscolare per poter meglio sbirciare le hostess tutte rigorosamente vestite alla giapponese "un po come viene", con calze e tacchi alti. poverine... come le capisco.
° umore giusto, non troppo critico. altrimenti si finisce per trovare banali cose come il sottofondo musicale, costituito da suoni di origine naturale (cinguettare, acqua che scorre, risate di bambini), o si finisce con il non lasciarsi coinvolgere dalla Magia che invece c'è eccome.
° non prendersela con i sapientoni dei Musei. ogni museo ne ha uno. un Nerd che compare e prende tutto con troppo, troppo entusiasmo. e spesso tira fuori da chissà dove un blocchetto a pagine bianche, una stilografica e inizia a fare schizzi, ispirato da Hokusai in persona, o da un'incarnazione di Hiroshige. Prendi il Nerd come parte delle opere esposte. va Osservato con attenzione, e non da troppo vicino, o potrebbe suonare un qualche allarme.
° assapora ogni stampa. sono tante, l'una diversa dall'altra. non ha senso correre.

detto questo, per me è stata una giornata abbastanza piena di troppi pensieri, e si è (grazie a Dio) conclusa con tanto, forse troppo, vino rosso. accompagnato da qualche vinile dei Beatles e lettura improvvisata di poesie e qualche ballo.
ma chi sono sti pazzi?
io e mio padre, ovviamente.
Buonanotte.
Lu.
sta a me,
ora.

1 commento:

  1. chiamali pazzi... almeno so pazzi che ancora se divertono con poco, e dici niente?

    dai dai dai. (detto rigorosamente a buffo xD)
    mesà che il pazzo sò io qua eh.

    Sim.

    RispondiElimina