giovedì 15 luglio 2010

3 days.

Qualche sera fa stavo vivendo una serata veramente inutile. stesso posto stessi amici stessa piazza l'unica cosa diversa era che avevo messo la gonna più corta che ho per vedere di movimentare la serata. decido di sedermi perchè dalla strada gente in macchina ci scattava foto al culo e ho pensato che non è stata una buona idea. accanto a dove mi vado a sedere c'è una macchina fotografica. compatta nikon coolpix 7mp con 300 foto già dentro. non dico niente la accendo guardo le vecchie foto. una coppia, sempre la stessa, che si bacia. stanno insieme da tanto, penso io. forse convivono. le serie di foto sono molto distanti tra loro magari ce n'è una per ogni mese. non mi piace appropriarmi di cose non mie, ma penso che una compatta mi servirebbe proprio e quella fa schifo ma è gratis. mi dispiace per le foto dentro, non le ho cancellate.

c'è quella canzone che mi cantate sempre perchè sapete che mi fa sorridere arrabbiare per finta ma dentro mi viene da urlare e a me non dispiace. non riesco a vedere la tua faccia voglio solo ascoltare la voce non me ne frega niente se stoni. quello che è davvero importante è che io lo so, non me ne frega niente se tu continui a salire scendere salire scendere. non voglio più aggrapparmi con le mani i piedi voglio solo tuffarmi come ieri starmene nuda in mare e non me ne frega niente se la gente dalle barche intorno guarda e ci sono i bambini e non dovrei.
voglio solo sapere che ancora esisti.

mi sono ustionata in rapida successione: le spalle soprattutto la sinistra, le gambe soprattutto la destra, le mani come al solito, la schiena ed è stato simpatico dormire stanotte.
non sono più bianca, questa è la cosa importante. sono color aragosta color pompelmo d'Israele che noi boicottiamo, ma passerà, mi riempio di crema. non sono più bianca. non sono più come ero prima, questa è la cosa importante.

Lu.
piede che batte il tempo.

Nessun commento:

Posta un commento