domenica 5 settembre 2010

h19:13

Dalla ferrovia, in un posto in mezzo al nulla della Sierra Nevada, sotto un cavalcavia in costruzione, cicogne e fenicotteri in una pozza d'acqua. Deserto, ulivi. Cicogne e fenicotteri.

h19:23 - Stazione di Marchena.

Ci vuole tempo per ricominciare, per abituarsi alla fine.
Campi giganteschi di girasoli. Morti.
C'è solo un modo per vedere oltre ed è pianificare la propria morte.
Un signore chiude la tenda del suo finestrone. Non gli piace il nulla al tramonto.

h19:27

Ed è come se non avessi mai deciso niente.
Nella mia mente, ora, ci siamo noi che fumiamo sigarette che ci siamo girati, con la mano fuori dal finestrone del treno che si muove di notte. Alcuni dormono, noi fumiamo a porte chiuse e guardiamo la brasca che vola col vento. Fumiamo sul treno e non ce ne frega perchè siamo giovani e belli. Perchè non è cominciato nulla. E forse anche perchè uno di noi a turno fa il palo.

Nessun commento:

Posta un commento