venerdì 10 settembre 2010

Mater.

Ho provato a proteggerti sempre. Anche mentre dormivi io ti tiravo la coperta sul petto e lo sai. Ho usato il mio corpo come scudo perchè non soffrissi perchè neanche ti venisse in mente di soffrire. Non mi sono opposta neanche se ci soffrivo. Ti ho protetto e sto continuando a fare di tutto per non farti del male non me lo potrei perdonare non me lo perdoneresti.
Eri quello che avevo. Non ho avuto altro.
Ora smetto di proteggerti perchè tu pensi solo a proteggere te stesso e non hai mai pensato a chi prendeva le batoste al posto tuo.
Eri tutto, e ora pur di proteggerti non vuoi sapere neanche che esisto.

povero idiota.

[si, è la mia faccia.]

Nessun commento:

Posta un commento