sabato 18 settembre 2010

Ti leggerò le mie poesie preferite perchè le porto sempre addosso, scritte sulla carne.
Tu mi guarderai le mani, mentre leggo, perchè andranno a fuoco.
E odorerai di febbre e di malattia.
Poi, bruceremo insieme, lontani.

Nessun commento:

Posta un commento