sabato 11 dicembre 2010

3.15

sono le tre e quindici del mattino adesso, ed io penso solo a quanto vorrei che mi disegnassi addosso nuvole invisibili con un pennello intinto nell'acqua di mare.

6 commenti:

  1. La notte provoca questo ed altro.

    RispondiElimina
  2. ci fa sempre strani effetti.

    RispondiElimina
  3. Lu, il tuo blog mi piace moltissimo.

    RispondiElimina
  4. Grazie cara Alamuna. mi fai sorridere.

    RispondiElimina
  5. Ore 23:41
    Lu, ho passato una buona parte della mia serata tra i tuoi post.
    Sento che in queste parole ci sei in tutta la tua essenza, in tutta la tua persona.
    Sei Veramente Tu.
    Ti seguo con grande piacere.
    Dammi un attimino (qualche giorno magari) e sarò in grado di leggerti tutta, da quando sei qui, dal 2008 cioè (acciderboli, ne avrò a lungo, allora). :-)

    RispondiElimina
  6. Grazie mille. mi fa davvero piacere. secondo me è follia, nemmeno io credo di essermi mai riletta per intero. poi le prime cose sono noiosissime! bah potrebbe essere un esperimento. fammi sapere quante volte ti viene da vomitare, nel tentare. :)

    RispondiElimina